AREA SALUTE E BENESSERE

PROGETTO “SPORT SOCIALE E PREVENZIONE SALUTE E
BENESSERE PSICO-FISICO”

 

APS “FARERETEONLUS” e l’Associazione Andromeda 3000 sono  entrambe impegnate a mettere a disposizione le rispettive competenze per modificare l’approccio verso il tema della salute, con particolare attenzione all’ aspetto della prevenzione   stante l'impoverimento dei ceti medio-bassi . 

Per Noi:


"LA SALUTE NON E' UN LUSSO!"


Vi presentiamo l’elenco delle iniziative annuali di Screening salute e benessere psico-fisico, che proponiamo con la ns FEDERAZIONE di Enti no profit del Lazio APS "FARERETEONLUS" del Lazio con il nostro partner Andromeda 3000 ODV di CISTERNA DI LATINA, per sviluppare sui nostri territori la cultura della prevenzione e della promozione della salute.

-         Screening Osteoporosi : MOC a Ultrasuoni 

-         Valutazioni e Cura della Cefalea 

-         Screening Dermatologico: Verruche ed Onicomicosi 

-         Prevenzione sanitaria della Cellulite: consigli e risoluzioni 

-         Prevenzione Macchie, Rughe ed alterazione della pelle da 20 a 70 anni 

-         Screening Cardiologico + E.C.G. a riposo 

-         Guida all’ alimentazione 

-         Prevenzione all’ obesità Infantile 

-         Screening della Tiroide e Mammaria

-         Screening Carotideo: Ecodoppler alla Carotide 

-         Prevenzione Baropodometrica: valutazione della qualità di appoggio a terra dei piedi 

-         Prestazioni Ginecologiche e Pap Test 

-         Screening gastroenterologica + Proctologica 

-         Screening Ecografia Epatica e Renale 

-         Prestazioni Ortopediche: Patologie della Colonna Vertebrale e Fisioterapia 


LE CAMPAGNE SALUTE PROMOSSE DALLA NOSTRA ASSOCIAZIONE SONO RISERVATE AI NOSTRI ASSOCIATI PREVIA PRENOTAZIONE ED UNA VOLTA RAGGIUNTO IL NUMERO MINIMO DI ADESIONE DI 20 PARTECIPANTI. 
LE CAMPAGNE SALUTE PREVEDONO UN CONTRIBUTO SOLIDALE DI EURO 25,00 PER SOSTENERE I COSTI DI ORGANIZZAZIONE. I MEDICI VOLONTARI DI ANDROMEDA 3000 SONO SPECIALISTI QUALIFICATI DI COMPROVATA ESPERIENZA NEL SETTORE.

Per ulteriori informazioni e dettagli sul progetto e sulle iniziative promosse sul tema potete contattarci per mail a facciamorete.org@gmail.com


______________________________________________________________________________________________________________________________________________

AREA PARTECIPAZIONE SOCIALE E CITTADINANZA ATTIVA

                SABATO 20 GENNAIO 2018 dalle 10,00 alle 18,00

PRESSO PARCO MALIBRAN - CAMPO DI CARNE APRILIA (LT)

“INSIEME ALLA COMUNITA’

PER IL BENE COMUNE”

Il Mondo del No Profit si incontra con la Comunità per costruire insieme il Bene Comune: Conosciamo ANCESCAO

“La Federazione di Enti ed Organismi No profit Fare Rete per il valore della persona e dell’impresa sociale Onlus”del Lazio in siglaA.P.S. "FARERETEONLUS" (Rete del Non Profit per il Bene Comune) in collaborazione con l’Associazione di volontariatoMondo Cultura Onlus di Aprilia, che ci ospita nella splendida cornice del Parco Malibran di Campo di Carne in Aprilia,insieme agli altri aderenti e partners nazionali interassociativi (Konsumer Italia, Ancescao, Centri di prevenzione ed ascolto del Disagio) promuove il suo terzo incontro regionale:

“INSIEME PER IL BENE COMUNE – Il Mondo del No Profit si incontra con la Comunità” : CONOSCIAMO ANCESCAO in data 20 gennaio 2018 dalle ore 10,00 alle ore 18,00.

L’evento è incentrato sul tema del valore della solidarietà e del legame tra il mondo del Terzo Settore e la Comunità, e sarà l’occasione per conoscere più da vicino l’associazione Ancescao ed i suoi servizi.

In particolare sarà presentato il progetto “TUTTI INSIEME AI CENTRI FAMIGLIA ANCESCAO” a cura dell’Associazione DIALOGO ONLUS , e le associazioni partner MONDO CULTURA ONLUS, ARTS E LABOR E VOLERE VOLARE, che hanno costituito la Rete Ancescao Aprilia, per tutta la giornata sarà avviata una raccoltadi giochi ed abiti per i bambini delle famiglie disagiate del quartiere Campodi Carne.

La giornata si apre alle ore 10,30 con la presentazione del corso “SORRIDI CON I PIEDI: PROMOZIONE DEL METODO FELDENKRAIS” A CURA DELL’ASSOCIAZIONE MONDO CULTURA ONLUS DI APRILIA.

Alle 13,00 il pranzo sociale al prezzo popolare di sei euro a partecipante.

Alle 15,00 il Workshop delle Associazioni e degli Organismi del Non profit della Rete Ancescao Aprilia che presenteranno il loro operato sul territorioed il progetto “TUTTI INSIEME AL CENTRO FAMIGLIA ANCESCAO insieme ad i partners “KONSUMER”, “CAD – CENTRI DI ASCOLTO DEL DISAGIO” E “FARERETEONLUS”.

All’Evento sono state invitate leIstituzioni locali, le Associazioni e gli Enti No Profit del territorio, le Parrocchie, la Comunità locale.

A CURA DELL’ AREA COMUNICAZIONE E RELAZIONI ESTERNE

 

DI APS FARETETEONLUS

 

                              VENERDI’ 8 DICEMBRE 2017 dalle 10,00 alle 18,00

PRESSO PARCO MALIBRAN - CAMPO DI CARNE APRILIA (LT)

“INSIEME ALLA COMUNITA’

PER IL BENE COMUNE”

Ore 15.00 - Il Mondo del No Profit incontra la Comunità per costruire insieme

il Bene Comune

“La Federazione di Enti ed Organismi No profit Fare Rete per il valore della persona e dell’impresa sociale Onlus”del Lazio in siglaA.P.S. "FARERETEONLUS" (Rete del Non Profit per il Bene Comune) in collaborazione con l’Associazione di volontariatoMondo Cultura Onlus di Aprilia, che ci ospita nella splendida cornice del Parco Malibran di Campo di Carne in Aprilia,insieme agli altri aderenti e partners nazionali interassociativi (Konsumer Italia, Ancescao, Centri di prevenzione ed ascolto del Disagio) promuove il suo secondo incontro regionale:

“INSIEME PER IL BENE COMUNE – Il Mondo del No Profit incontra la Comunità” in data 8 dicembre 2017 dalle ore 10,00 alle 0re 18,00.

L’evento che segue al primo evento “INSIEME PER IL BENE COMUNE” - Il Mondo del No Profit incontra le Istituzioni regionali dello scorso25 marzo 2017 è incentrato sul tema del valore della solidarietà e del legame tra il mondo del Terzo Settore e la Comunità.

In particolare sarà avviata per tutta la giornata una raccoltadi giochi ed abiti usati in buono stato per i bambini delle famiglie disagiate del quartiere Campodi Carne.

La giornata si apre alle ore 10,00 con una serie di attivitàdedicate ai bambini ed alle loro famiglie, che potranno utilizzare liberamente per tutta la giornata gli spazi ludici e di socializzazione del Centro Polivalente dell’Associazione Mondo Cultura Onlus e riscoprire, tutti insieme, la bellezza deigiochi di una volta i “cd. giochi di stada” : usando noccioli di frutta, tappi di bottiglia, bottoni, fagioli e molta fantasia, propriocome si divertivano i nostri padri (e nonni) molto prima del Game Boy.

Alle 11, 00 segue la cerimonia religiosa in onore della Immacolata Concezione.

Alle 13,00 il pranzo sociale al prezzo popolare di sei euro a partecipante.

Alle 15,00 il Workshop delle Associazioni e degli Organismi del Non profit che presenteranno il loro operato sul territorioorganizzati per aree tematiche.

 

  • DISABILITA’
  • DONNE – FAMIGLIA E MINORI
  • ANZIANI
  • IMMIGRAZIONE ED INTEGRAZIONE
  • CONTRASTO ALLA POVERTA’

 

Il Comune denominatore di tutte le aree è il tema centrale dell’ “inclusione”: “TUTTI INSIEME: NESSUNO ESCLUSO”.

 

“Inclusione qui non significa accaparramento assimilatorio, né chiusura contro il diverso.

Inclusione dell’altro significa piuttosto che i confini della comunità sono aperti a tutti: anche – e soprattutto – a coloro che sono reciprocamente estranei e che estranei vogliono rimanere ( Habermas)

 

All’Evento sono state invitate leIstituzioni locali, i Rappresentanti delle Forze politiche e sindacali locali, ed i Rappresentanti della Regione Lazio.

A CURA DELL’ AREA COMUNICAZIONE E RELAZIONI ESTERNE

 

DI APS FARETETEONLUS

Sabato 25 marzo 2017 ore 11,00

Parco Malibran - Aprilia, Campo di Carne

Via Maria Malibran 18

“INSIEME PER IL BENE COMUNE”


Il Mondo del No Profit incontra le Istituzioni Regionali - ORE 11, OO - Incontro aperto con il Consigliere regionale Pd - ENRICO FORTE

“L’inclusione sociale allavoro come riabilitazione e curaperpersone con problematiche di disagio psico-fisico”

La Regione Lazio e la Comunità Europa per

interventi a persone, famiglie e imprese 2014-2020

-Psr Piano Regionale di Sviluppo Agricolo

“sostegno per la diversificazione delle attività agricole riguardanti l’assistenza sanitaria e l’integrazione sociale”;

-Salute e Politiche Sociali

“progetti di presa in carico, orientamento e accompagnamento a percorsi di inclusione sociale attiva”.


IL 21-24-25 MARZO 2017 - SETTIMANA INTERNAZIONALE CONTRO TUTTI I RAZZISMI, I MURI E LE DIVISIONI.

“Farereteonlus” organizza il Primo torneo sportivo apriliano “Scuola Educazione e Territorio contro tutti irazzismi” presso IIS Carlo e Nello Rosselli di Aprilia e partecipa attivamente alla marcia nazionale contro i razzismi, i muri e le divisioni, lanciando gli appelli “La Nostra Europa Unita Democratica Solidale”e “Cambiamo rotta all’Europa” insieme al Consiglio Italiano del Movimento Europeo – Cime ed al Forum Nazionale Italo Tunisino per la cittadinanza Mediterranea.

La settimana dal 21 al 25 marzo si inserisce nel panorama annuale di commemorazioni ed iniziative dedicate al tema della lotta al Razzismo.  Il 21 marzo si celebra infatti la Giornata Mondiale contro il razzismo.

La prima edizione di questa ricorrenza risale al 1966 su iniziativa delle Nazioni Unite; la data è stata scelta per ricordare la strage di Sharpeville (la polizia uccise 69 manifestanti sudafricani). Si tratta di un tema molto sentito e sempre molto attuale e il fatto è testimoniato dalle tante iniziative e i vari eventi organizzati per l’occasione. In questi cinquant’anni qualche passo avanti è stato fatto, ma c’è ancora tanto da fare. Personaggi, eroi, come Nelson Mandela, Martin Luther King e altri hanno dovuto lottare e soffrire per portare avanti la battaglia contro le discriminazioni razziali. In Italia, l’Articolo 3 della Costituzione contrasta il razzismo, almeno dal punto di vista legale. Tuttavia, secondo una recente inchiesta presentata dal Cospe (Cooperazione per lo Sviluppo dei Paesi Emergenti), il razzismo sul web è in forte ascesa nel nostro Paese: negli ultimi anni, complice anche il grande flusso migratorio che ha investito il nostro Paese, l’odio in Rete sembra essere aumentato, e con lui la presenza sui social network e tra i commenti delle testate online di episodi di intolleranza.La Commissione europea sull’uguaglianza e la non discriminazione desidera ricordare, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della discriminazione razziale, che non può essere tollerata nessuna forma di razzismo e che lo sport, che riunisce persone di diverse origini etniche, culturali e religiose, dovrebbe dare l’esempio nella lotta contro questo grave fenomeno. Lo sport è uno specchio delle nostre società e delle loro contraddizioni. Può promuovere valori positivi come la coesione sociale, l’integrazione e l’educazione. Tuttavia, in alcune occasioni, può essere anche portatore di violenza, di  discriminazione e di razzismo. In questi ultimi anni, il numero di aggressioni fisiche e verbali provenienti da tifosi o giocatori è aumentato. Gli incidenti di matrice razzista sono segnalati dai media e fanno discutere, ma non sono sistematicamente perseguiti. Ricordando la Carta europea dello sport e le sue linee guida sullo sviluppo delle politiche sportive, la Commissione esorta i dirigenti del mondo sportivo e gli atleti stessi, così come le autorità pubbliche, a condannare fermamente qualsiasi discorso e atto di stampo razzista, e a promuovere il rispetto, la tolleranza e la solidarietà come valori fondamentali. Farereteonlus nell’ambito del proprio programma istituzionale “RETE NUOVA CITTADINANZA” organizza in collaborazione con Aps Casa Lazzara di Aprilia, Comitato Valore Persona, Asd Calcio Città di Aprilia e Asd Rainbow Città di Aprilia e la Parrocchia S.S.Pietro e Paolo di Aprilia un torneo sportivo contro i razzismi con gli studenti dell’IIS Carlo e Nello Rosselli di Aprilia, che ha sottoscritto il protocollo di rete Scuola Educazione e Territorio. Saranno protagonisti i 27alunni stranieri neoarrivati del corso annuale di italiano Ldue curato da Dialogo Onlus ed i compagni studenti del Rosselli, che insieme testimonieranno il loro NO AI RAZZISMI, fondati su stereotipi e pregiudizi socioculturali di una società “malata” e “corrotta” dai principi economici che hanno trasformato le persone in “oggetti da consumare” da strumentalizzare per questo o quell’interesse personale. A seguire, il 24 ed il 25 Marzo lanceremo un appello a livello nazionale: cambiamo rotta all’ Europa … , se non cambia rapidamente, l’Europa finisce!!! Stretta, com’è, nella morsa tra il Caos mediorientale e le picconate degli USA di Trump, squassata dalla crisi economica, in balia di un neoliberismo e di una globalizzazione in crisi profonda e del ritorno di un nazionalismo che si annuncia, se possibile, peggiore dell’apartheid della globalizzazione. Il 24 marzo, dalle 17 alle 24, l’aula magna dell’Università La Sapienza si trasformerà in un forum di cittadini per “un’azione popolare volta a bloccare le spinte dell’Europa a più velocità verso la disgregazione, i colpi degli euro-ostili e l’impotenza dei governi, e per imporre alle istituzioni europee un radicale cambiamento di rotta nel processo di integrazione dopo il deludente Libro Bianco della Commissione europea”. A organizzare la mobilitazione è il Consiglio Italiano del Movimento Europeo e il suo presidente Pier Virgilio Dastoli (storico assistente di Altiero Spinelli) insieme alla coalizione di associazioni firmatarie della dichiarazione “Cambiamo rotta all’Europa”. A seguire il 25 Marzo, a Roma ci saranno i capi di Stato e di Governo dei Paesi dell’Unione per celebrare i Trattati istitutivi della CEE di 60 anni fa. L’establishment, insomma, fautore della globalizzazione neoliberista, dell’austerità, insabbiatore della Carta fondamentale dei diritti entrata in vigore a dicembre 2009, con lo stesso effetto giuridico dei trattati dell’Unione e regolarmente disattesa. E ci saremo noi! Parteciperemo alla Marcia per l’ “Europa Unita Democratica Solidale” che partirà dalla Bocca della Verità al Colosseo. Con Noi ci saranno tutti quelli che provano a “RIPENSARE L’EUROPA E IL MEDITERRANEO” , che guardano ad un’Europa aperta a tutti popoli del Mediterraneo e cercano tutte le vie praticabili per cambiare questa insostenibile UNIONE Intergovernativa, dove l’unico governo politico è affidato ad una banca, la Bce, e gli Stati membri sono, per giunta, pesantemente menomati nelle loro prerogative costituzionali in materia di politica economica e sociale. Vogliamo un mondo di pace, solidarietà e giustizia, vogliamo un’ Europa di pace, di solidarietà e giustizia. Così, si rischia di disintegrare la comune casa europea, disegnata nel “Manifesto di Ventotene”, che unisce la prospettiva dello stato federale alla democrazia europea, alla pace e alla lotta alle diseguaglianze. E così si cancellano le speranze di milioni di cittadini europei. Per queste ragioni, intendiamo agire affinché il 25 marzo 2017 si apra una fase costituente che superi il principio dell’unanimità, coinvolga comunità locali, attori economici e sociali, movimenti della società civile insieme a rappresentanti dei cittadini a livello regionale, nazionale ed europeo e si concluda in occasione delle elezioni europee nella primavera 2019. L’Unione europea deve affrontare le grandi sfide della nostra epoca, restituendo all’idea d’Europa la speranza nel benessere per l’intera collettività, la forza dei diritti e della solidarietà. E’ indispensabile e urgente ridare senso alla politica (intesa come polis) che parte dal basso, dai territori, per eliminare le disuguaglianze, ponendo fine alle politiche di austerità, alla burocratizzazione del potere, e creare coesione sociale e territoriale, dare priorità all’ambiente come leva e motore per un diverso sviluppo, combattendo i cambiamenti climatici, riducendo il divario generazionale e di genere, favorendo la partecipazione e la cittadinanza attiva con un welfare europeo, ripudiando le guerre e perseguendo il rispetto dei diritti, garantendo l’accoglienza dei rifugiati e la libertà di migrare, impegnandosi a risolvere i problemi globali che sono causa delle migrazioni. L’Europa deve essere terra di diritti, di welfare, di cultura, di innovazione. L’Europa dovrebbe aver appreso dalla parte migliore della sua storia e dalle sue tragedie i valori dell’accoglienza, della pace, dell’uguaglianza e della convivenza. L’Europa democratica si affermerà solo se i suoi cittadini le faranno cambiare rotta. Noi siamo pronti per cambiare partendo dai nostriterritori, per cambiare questo Paese, per cambiare quest’ Europa che si è avvitata su se stessa, che ha abbandonato alle logiche puramente economicistiche le persone, i cittadini… Noi siamo pronti … e Tu??? Per ulteriori info: www.facebook.com/cambiamorottaallEuropa.


INTERVENTO DI DOMENICO RIZZUTI - FORUM ITALO TUNISINO

Il prossimo 25 Marzo ricorre il 60° anniversario dei trattati di Roma che diedero vita alla CEE.

Due anni fa fummo tra gli organizzatori del 60° della Conferenza di Messina, che precedette e preparò l’appuntamento di Roma, dal quale partì il processo comunitario per L’Europa.

Quella costruzione complessa e difficile, pur centrata su mercato e moneta, trattati e patti jugulatori, ha garantito 60 anni di Pace, un mercato comune, la libera circolazione delle persone, l’interscambio culturale formativo attraverso i progetti Erasmus, una serie di altre conquiste civili.

Ha tentato, con il processo di Barcellona 95, soffocato peraltro sul nascere e sepolto con la seconda conferenza di Lisbona 2006, l’apertura ai Paesi del Mediterraneo attraverso un partenariato formalmente improntato al Co-sviluppo, sia pure in un’ottica condizionata dalle logiche della globalizzazione montante, che l’hanno spinta, a subire l’egemonia tedesca e ad attestarsi su una politica di austerità suicida.

Oggi se non cambia rapidamente, finisce!!!

Stretta, com’è, nella morsa tra il Caos mediorientale e le picconate degli USA di Trump, squassata dalla crisi economica, in balia di un neoliberismo e di una globalizzazione in crisi profonda e del ritorno di un nazionalismo che si annuncia, se possibile, peggiore dell’apartheid della globalizzazione.

A Roma il 25 Marzo ci saranno i capi di Stato e di Governo dei Paesi dell’Unione per celebrare i Trattati istitutivi della CEE di 60 anni fa.

L’establishment, insomma, fautore della globalizzazione neoliberista, dell’austerità, insabbiatore della Carta fondamentale dei diritti entrata in vigore a dicembre 2009, con lo stesso effetto giuridico dei trattati dell’Unione e regolarmente disattesa.

Ci saranno i cosiddetti sovranisti, i razzisti, i fautori del ritorno alle piccole patrie ed ai nazionalismi che invocano e costruiscono muri, alimentano paure verso gli immigrati, sempre più importanti per vita stessa dell’Europa, ignorando e tacendo le cause e le responsabilità di un fenomeno biblico inarrestabile, diventato strutturale, che va governato con responsabilità, umanità, visione strategica, intelligenza politica e lungimiranza.

E ci saremo noi.

Tutti quelli che provano a “RIPENSARE L’EUROPA E IL MEDITERRANEO

Che guardano ad un’Europa Accogliente, Unita e Solidale, aperta a tutti popoli del Mediterraneo e cercano tutte le vie praticabili per cambiare questa insostenibile UNIONE Intergovernativa, dove l’unico governo politico è affidato ad una banca, la Bce, e gli Stati membri sono, per giunta, pesantemente menomati nelle loro prerogative costituzionali in materia di politica economica e sociale.

Un ‘Europa che rinasca dalle grandi reti di associazioni e movimenti sociali, delle Città, delle Comunità ed Istituzioni locali, che si battono ed operano per la pace e i diritti, la dignità ed il benessere delle persone in qualunque posto del mondo si trovino.

Un’Europa che lotta contro le guerre, il terrorismo, il saccheggio delle risorse ambientali proprie e altrui, ne denuncia le cause, accoglie e aiuta ad inserire i migranti nel rispetto della loro cultura e dei loro diritti.

Nel quadro delle iniziative romane, di cui agli appelli “LA NOSTRA EUROPA UNITA DEMOCRATICA SOLIDALE”e “CAMBIAMO ROTTA ALL’EUROPA” del 23 24 e 25 marzo noi terremo , il 24 Marzo , dalle ore.14,30 alle 18.00, un incontrosul tema :

“Ripensare l’Europa ed il Mediterraneo”: Cambiare e salvare l’Europa, partendo dalle associazioni e reti sociali, le Città, i Sindaci, le Comunità e le Istituzioni Locali Europee dell’Accoglienza e dell’inserimento dei migranti.”

DOMENICO RIZZUTI

Forum ITaloTunisino per la Cittadinanza Mediterranea

Roma 4 febbraio 2017

21 Marzo 2017: Giornata Mondiale contro il Razzismo: significato e iniziative

Lo sport può dare un esempio…

Il 21 marzo si celebra la Giornata Mondiale contro il razzismo: la prima edizione di questa ricorrenza risale al 1966 su iniziativa delle Nazioni Unite; la data è stata scelta per ricordare la strage di Sharpeville (la polizia uccise 69 manifestanti sudafricani). Si tratta di un tema molto sentito e sempre molto attuale e il fatto è testimoniato dalle tante iniziative e i vari eventi organizzati per l’occasione.

I progressi della lotta al razzismo e il significato del 21 marzo

In questi cinquant’anni qualche passo avanti è stato fatto, ma c’è ancora tanto da fare. Basti pensare che solo fino a qualche decennio fa in diverse parti del mondo solo per un colore diverso della pelle molte persone erano private di diritti che ora noi diamo per scontati. Personaggi (che potremmo anche definire eroi) come Nelson Mandela, Martin Luther King e altri hanno dovuto lottare e soffrire per portare avanti la loro battaglia contro le discriminazioni razziali.

Qui da noi l’Articolo 3 della Costituzione tiene alla larga il razzismo, almeno dal punto di vista legale. Capita però che ogni tanto qualcuno se lo dimentichi, soprattutto nella Rete. Secondo una recente inchiesta presentata dal Cospe (Cooperazione per lo Sviluppo dei Paesi Emergenti), il razzismo sul web è in forte ascesa: negli ultimi anni, complice anche il grande flusso migratorio che ha investito il nostro Paese, l’odio in Rete sembra essere aumentato, e con lui la presenza sui social network e tra i commenti delle testate online di episodi di intolleranza.

Lo sport deve dare l’esempio nella lotta contro il razzismo

Strasburgo 2013. Lo sport dovrebbe dare l’esempio nella lotta contro il razzismo, ha oggi ricordato la Commissione sull’uguaglianza e la non discriminazione dell’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa (APCE), adottando una dichiarazione in vista della Giornata internazionale per l’eliminazione della discriminazione razziale (21 marzo). Riunita a Varsavia, la Commissione ha esortato gli atleti e i responsabili del mondo sportivo, nonché le autorità pubbliche, a condannare qualsiasi atto o discorso di stampo razzista, e a promuovere la tolleranza.

Dichiarazione

“La Commissione sull’uguaglianza e la non discriminazione desidera ricordare, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della discriminazione razziale, dedicata quest’anno a razzismo e sport, che non può essere tollerata nessuna forma di razzismo e che lo sport, che riunisce persone di diverse origini etniche, culturali e religiose, dovrebbe dare l’esempio nella lotta contro questo grave fenomeno.

Lo sport è uno specchio delle nostre società e delle loro contraddizioni. Può promuovere valori positivi come la coesione sociale, l’integrazione e l’educazione. Tuttavia, in alcune occasioni, può essere anche portatore di violenza, di discriminazione e di razzismo. In questi ultimi anni, il numero di aggressioni fisiche e verbali provenienti da tifosi o giocatori è aumentato. Nel 2012, alcuni atleti sono stati allontanati dalle Olimpiadi di Londra in seguito a commenti razzisti espressi nei confronti di altri concorrenti. Gli incidenti di matrice razzista sono segnalati dai media e fanno discutere, ma non sono sistematicamente perseguiti.

Ricordando la Carta europea dello sport e le sue linee guida sullo sviluppo delle politiche sportive, la Commissione esorta i dirigenti del mondo sportivo e gli atleti stessi, così come le autorità pubbliche, a condannare fermamente qualsiasi discorso e atto di stampo razzista, e a promuovere il rispetto, la tolleranza e la solidarietà come valori fondamentali”.

SOGGETTI PROPONENTI:

FARERETEONLUS

ASD CITTA’ DI APRILIA CALCIO

RAINBOW CITTA’ DI APRILIA

 

“RUBRICA III SETTORE:il Nuovo Mondo possibile”

4 – 11 - 14 FEBBRAIO 2017: CAMPAGNA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

Care lettrici e lettori,

continua l’impegno delle Associazioni del territorio verso il tema della violenza contro le donne. Come avevamo promesso, la soglia della nostra attenzione su questaquestione sociale e culturale resta alta e vuole coinvolgere le singole donne e uomini, le nuove generazioni, attraverso ogni persona, ogni coppia, ogni famiglia, che vuole dare un contributo all’attività di sensibilizzazione che stiamo promuovendo nelle nostre città. Questa volta si parte da Albano Laziale, con l’Associazione “Il Valore del Femminile” che il 4 febbraio ha organizzato l’iniziativa “La potenza dell’integrazione”: una giornata di approfondimento contro la violenza sulle donne presso la Sala giunta di Palazzo Savelli. La Giornata dall’alto valore informativo e formativo ha avuto lo scopo di sensibilizzare il “potenziale del femminile” come energia che dà espressione alla vita.Il “femminile” ha subito nel corso della storia drastiche trasformazioni e vessazioni, fino all’uso del neologismo “femminicidio” che ha in sé tutto l’orrore dell’atto finale della violenza contro il genere femminile. Il seminario ha avuto il merito di portare alla riflessione l’importanza della bellezza di riscoprire la relazione per incontrare se stesse e l’altro genere maschile, in un rapporto di riconoscimento, rispetto e reciproca valorizzazione. Ad Aprilia, a seguire l’11 febbraio è in programma l’iniziativa “AMATI DONNA”a cura del Comitato femminile “Valore Persona” di Aps Casa Lazzara in collaborazione con gli Enti ed Organismi della Federazione Farereteonlus. Una giornata interamente dedicata alla prevenzione della salute femminile con esame cardiologico e tiroideo a prezzi contenuti ed accessibili,grazie alla disponibilità ed alla collaborazione del Centro Elkalab di Aprilia. Ma avremo anche l’opportunità di un intero mese dedicato al nostro “Star bene femminile”, per le donne che vogliono “amarsi” e “prendersi cura di se’” grazie alle convenzioni sottoscritte con le attività commerciali che hanno voluto aderire alla campagna annuale contro la violenza sulle donne, con sconti ed agevolazioni. Ma il 14 febbraio sarà il vero punto di non ritorno per chiunque, come noi, combatta per mettere fine alla violenza sulle donne: insieme a migliaia di persone nel mondo è stato deciso di trasformare il San Valentino dei fiori e dei cioccolatini in una giornata di mobilitazione e di impegno civile in difesa di tutte le donne violate.
Centinaia di piazze, di strade, di scuole, di centri commerciali e di aggregazione saranno pacificamente invasi nel nome del rispetto, inalienabile e inviolabile, che ognuno deve alle donne, siano esse madri, figlie, fidanzate, amiche, mogli o semplicemente conoscenti.
Il prossimo 14 febbraio daremo vita ad una nuova insurrezione pacifica e globale, una nuova giornata per chiedere GIUSTIZIA!... GIUSTIZIA! per tutte le donne maltrattate e uccise, GIUSTIZIA! per tutte le donne che iniziano ora il loro percorso per uscire fuori dal silenzio, GIUSTIZIA di un’ idea inappellabile e inoppugnabile secondo cui qualsiasi bambina, adolescente, amica abbia il diritto di vivere al riparo dalla violenza e dall’abuso.
La campagna One Billion Rising 2017 è stata ufficialmente lanciata in Italia in occasione delle iniziative del 25 Novembre 2016. Per questa occasione, a Rocca Massima, in provincia di Latina si svolgerà l’iniziativa comune “VOLARE LIBERE”organizzata dall’Associazione “Chi Dice Donna” in collaborazione con il mondo dell’associazionismo, della scuola, dell’arte, della cultura, dello sport e dell’Istituzione locale. In contemporanea alla parata che partirà dalla Piazza Largo Secondo Mariani per giungere al Belvedere, sarà offerta a tutte le donne l’opportunitàdi provare gratuitamente l’attrazione “il volo dell’angelo” la zipline più lunga del mondo. Presso la struttura sarà allestita per l’occasione una esposizione di opere realizzate da artiste locali e dall’artista di fama internazionale Francesco Guadagnuolo che esporrà l’opera itinerante “FEMMINICIDIO”.

AMATI DONNA! VOLA LIBERA!: 14 FEBBRAIO 2017 SVEGLIATI BALLA PARTECIPA! per chiedere Giustizia e la fine dell'impunità!Dobbiamo imparare a fare una cosa perché ci piace e perché ci fa star bene, ad amare prima noi stesse, a rincorrere i nostri sogni e non a lasciarli scappare alle prime difficoltà o quando quello di qualcun altro ci sembra più importante del nostro. Dobbiamo ascoltarci, conoscerci, ma soprattutto dobbiamo essere coraggiose, e non perfette! Donne si diventa nel momento in cui si cresce, si matura e, soprattutto, quando si comprende che prima di amare qualcuno bisogna amare se stesse. Donna amati!, sempre, comunque e in tutto!. Amati quando sei fragile e anche quando sei forte!. Amati quando piangi e quando ridi!. Amati quando sbagli, quando ti fai male e, soprattutto, quando ti senti come quel vaso che, se viene fatto cadere, si frantuma in tantissimi pezzi!. Lì devi amarti più di qualunque altra cosa, perché per tornare a risplendere devi trovare dentro te stessa il collante che ti permette di rimettere insieme i pezzi!. E non vergognarti delle tue cicatrici, dei tuoi strappi e dei tuoi tagli, sono parte di te, anzi sono la parte più importante di te. Sono la prova concreta che sei forte, che l’importante non è cadere, ma rialzarsi. Il valore si misura non in quante volte cadi, ma in quante volte hai il coraggio e la forza di fare leva sulle tue gambe e rialzarti. Fallo, sempre! Amati!. (Le parole sono di Giulia Provasi, una studentessa di Lettere Moderne, che ama leggere e scoprire nuovi posti e nuove culture viaggiando - tratto da losbuffo.com).”

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Curabitur pharetra dapibus pharetra. Donec interdum eros eu turpis pharetra et hendrerit est ornare. Etiam eu nulla sapien. Nullam ultricies posuere nunc, eget mollis nulla malesuada quis.

FESTA DI FINE CAMPUS ESTIVI 2016

FESTA DI FINE CAMPUS ESTIVI "I BAMBINI DEL PARCO EUROPA"

Scarica il nostro dono per voi:

https://video-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t42.1790-2/143...


COMMEMORAZIONE DEL 56° ANNIVERSARIO DELL'INDIPENDENZA DEL SENEGAL

Per contatti : Ibrahima Camara, Fondatore , promotore Fullafrica www.fullafrica.org, Cell +39 3315986713, email:fullafrica07@gmail.com

Responsabile Relazioni Internazionali, Gruppo Responsability.Co www.responsability.Co


FESTA DELLA MAMMA/MERCATINO SOLIDALE

Il giorno 7 maggio in occasione della Festa della Mamma, l'Associazione Mondo Cultura allestisce  un  mercatino della solidarietà presso la propria sede Parco Malibran (Campo di Carne).